Claudia Mosconi

Home > Portfolio > Ospiti 2018 > Claudia Mosconi

Claudia Mosconi, classe 1982.

Si forma come attrice in Francia, al Cours Florent di Parigi; in Italia dedica molto della sua carriera al teatro comico: per anni è attrice nei match di improvvisazione teatrale per la squadra di Reggio e per la Nazionale Italiana, approfondisce il discorso sulla maschera e la Commedia dell’Arte con Antonio Fava e Claudio de Maglio e lavora a varie produzioni della The Kitchen Company di Genova, compagnia stabile di teatro comico.

Artista poliedrica e dalle molte sfaccettature, lavora sia in Francia che in Italia abbracciando anche altri stili dell’arte teatrale: dalla performance con il gruppo Fanny & Alexander, al teatro per ragazzi con la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino; lavora con Mario Perrotta in due degli spettacoli che compongono la trilogia dedicata ad Antonio Ligabue, Pitùr e Bassa Continua, trilogia che si aggiudica il Premio Ubu 2015 come miglior progetto. Recita inoltre in diverse creazioni di autori contemporanei sia in Italia che in Francia (Théâtre des Dechargeurs di Parigi e Théâtre de la Rencontre di Bordeaux).

Autrice di testi teatrali composti sia in italiano che in francese, nel 2013 vince il primo premio al concorso Sipari di carta con il testo Lo spazio condiviso, messo poi in scena a Torino. Altri testi da lei composti e rappresentati sono Bentornato amore (Italia 2013) e Escargots (Parigi 2009).

Nell’incessante bisogno di conoscere e sperimentare nuove dimensioni e stili dell’arte teatrale, tra il 2015 e il 2016 parte per Quito, Ecuador, dove dirige un progetto sperimentale con un gruppo di residenti di un quartiere della città, dando così vita al Grupo de Teatro de Guapulo, che si esibisce in letture interpretate di testi riguardanti il tema della migrazione e del viaggio.

In Francia, Italia e Ecuador è insegnante di teatro per gruppi di bambini, adolescenti e adulti.

In costante ricerca e desiderosa di apprendere sempre di più, segue corsi di acrobatica aerea e non e da qualche anno ha iniziato un percorso legato al teatro di figura: realizza burattini in cartapesta che danno vita a spettacoli per ragazzi da lei creati e che rappresenta con il nome di Sirene dal Cappello.

il Festival del libro per ragazzi Punto e a capo è organizzato dall'Associazione PUNTO E A CAPO